L’ESTRO ARMONICO 2020

MUSICA FELIX
VI edizione

1 febbraio ore 20:30, Spazio Aperto di Bellinzona
Duo pianistico Galletta-Masserano
Musiche di Mendelssohn, Beethoven, Granados, Moszkowski

 

9 febbraio ore 17, Chiesa S.Biagio di Bellinzona
Duo nuevo, violino e chitarra
Musiche di Mendelssohn, Paganini, Kreisler, Piazzolla

 

8 marzo ore 17, Chiesa S.Biagio di Bellinzona
Ensemble strumentale “Giulio Rusconi” con la partecipazione del soprano Beatrice Binda musiche di Mendelssohn, Beethoven, Galante, Boccherini, Piazzolla

 

5 aprile ore 17, Chiesa S.Biagio di Bellinzona
Orchestra da Camera Gli Archi del Rusconi, direttore Piercarlo Sacco
musiche di Mendelssohn, Haydn, Schubert, Elgar

 

MUSICA FELIX Mendelssohn&Co. è il nuovo tema che segna la sesta edizione de L’Estro armonico nel 2020. Nato proprio a Bellinzona nel 2015 da un’idea di Marco Pisoni e concretizzato da Grazia Galletta, Presidente di 753ArteBellezza, il progetto permea tutta la produzione musicale dell’Associazione in Svizzera, attraversando molti degli eventi per la Cultura di Prossimità, che costituisce la finalità prima della sua attività, realizzando eventi per l’inclusione nella musica colta di tutte le persone svantaggiate o in situazioni di fragilità per età, censo, disabilità, educazione, domicilio. L’anteprima si annuncia a Spazio Aperto sabato 1 febbraio alle 20:30 con la partecipazione straordinaria del Duo costituito da Grazia Galletta e Michele Masserano. In programma un repertorio che delinea la compilazione dell’intera stagione, attraverso programmi che nel nome e al nome di Mendelssohn saranno dedicati e il tributo a Ludwig van Beethoven nel 250° anniversario dalla nascita. Il Duo pianistico Galletta – Masserano nasce proprio dall’intesa musicale e umana in linea con i valori dell’Associazione 753ArteBellezza di cui fanno parte e offrirà al pubblico di Spazio Aperto fra l’altro una Marcia a quattro mani del Genio di Bonn e le spumeggianti Danze spagnole di Moszkowski, citando Mendelssohn nello splendido Allegro brillante dall’Op. 92.

La stagione de L’Estro armonico di quest’anno è la naturale prosecuzione del percorso biennale lungo le sinfonie giovanili per archi del quattordicenne Felix Mendelssohn Bartholdy iniziato nel 2019: pagine genuine, fresche, eppure già stese con mano sapiente e consapevole di quella tradizione contrappuntistica in pieno sviluppo sinfonico negli Anni Venti del XIX secolo. MUSICA FELIX, anticipata da quest’anno sul finire dell’inverno e spostata nella meravigliosa Chiesa di San Biagio, si articola nei consueti tre appuntamenti ed è anticipata a Spazio Aperto in un’Anteprima musicale che ospiterà anche la II edizione del Convegno sulla CULTURA DI PROSSIMITÀ, musica per l’educazione e l’inclusione. I concerti svilupperanno l’accezione musicale più larga e ampia, forse contraddittoria, del termine felix, per proporre all’ascolto numeri di una musica serena, gioiosa e perfino giocosa, ma non per questo priva di qualità straordinaria: Schumann, Mozart, Elgar, Piazzolla, Boccherini, Bartók, Haydn, Paganini. La rassegna in San Biagio si apre domenica 9 febbraio alle 17:00 con il Duo nuevo, Piercarlo Sacco al violino e Marco Pisoni alla chitarra. Proprio dalle corde pizzicate di questo strumento verranno gli omaggi a Mendelssohn e Beethoven, tratti dalle pagine in trascrizione di uno dei più grandi compositori per
chitarra della storia, lo spagnolo Francisco Tárrega. Duo nuevo si esprimerà poi attraverso le Danze rumene di Bela Bartók, il funambolismo di Niccolò Paganini nella Sonata concertata, sino alle opere più accattivanti di Tango nuevo dell’argentino Astor Piazzolla o alla leggerezza viennese, ispirata e decadente, della Schön Rosmarin di Fritz Kreisler.

Il secondo appuntamento vede in crescendo la partecipazione dell’Ensemble strumentale “Giulio Rusconi”, concertato da Piercarlo Sacco e con la partecipazione straordinaria del soprano Beatrice Binda.
Per l’occasione della Giornata internazionale della Donna, l’8 marzo nella Chiesa di San Biagio alle 17:00, verrà proposta in prima esecuzione assoluta Delirious Charter, la nuova composizione di Carlo Galante, uno dei massimi compositori viventi, scritta appositamente per L’Estro armonico su testi di Emily Dickinson, la poetessa statunitense prima a potersi definire “moderna”, cui seguirà un estratto dal Quartetto in Mi bemolle di Fanny Mendelssohn, sorella del celebre fratello, di cui fu mentore e guida sicura negli anni della prima gioventù e autrice del primo quartetto per archi mai scritto da una donna rimasto in repertorio. Il programma dell’8 marzo si conclude con Piazzolla e musiche per chitarra e archi di Carulli e di Boccherini, che in modo inedito, con il suo celeberrimo Fandango importerà nella musica classica gli stilemi e gli idiomi del linguaggio musicale più schiettamente iberico.
MUSICA FELIX de L’Estro armonico 2020 si concluderà il 5 aprile alle 17:00 nella Chiesa di San Biagio con l’Orchestra da camera “Gli Archi del Rusconi”, diretti da Piercarlo Sacco, che si produrranno nella Serenata di Elgar, un delizioso Rondò per violino e archi di Franz Schubert, il Divertimento in Echo di Franz Joseph Haydn, per finire con la dodicesima e ultima sinfonia per archi di Felix Mendelssohn Bartholdy.